Principale A Proposito: Viaggio I passeggeri della Norwegian Jewel stanno finalmente lasciando la nave da crociera, una volta arenata

I passeggeri della Norwegian Jewel stanno finalmente lasciando la nave da crociera, una volta arenata

Dopo diversi giorni di incertezza, la Norwegian Jewel potrà sbarcare i suoi 2.000 passeggeri alle Hawaii.

La nave da crociera Norwegian Jewel attracca al porto di Honolulu il 22 marzo. La nave ha interrotto il suo viaggio a causa del nuovo coronavirus e di problemi meccanici. (Cindy Ellen Russell/AP)

La Norwegian Jewel, che è stata respinta dai porti di Nuova Zelanda, Fiji e Hawaii a causa dei timori del nuovo coronavirus, è finalmente autorizzata a far scendere i suoi 2.000 passeggeri dalla nave, alle Hawaii.

Dopo aver annunciato la scorsa settimana che nessuna nave sarebbe stata autorizzata a sbarcare passeggeri nello stato, domenica i funzionari hanno detto che stavano sviluppando un piano con Norwegian Cruise Line per fare proprio questo. La nave aveva già il permesso di fare rifornimento e rifornire a Honolulu.

WpOttieni l'esperienza completa.Scegli il tuo pianoFreccia a destra

La nave ha avuto problemi di propulsione che richiedono riparazioni nel porto successivo, che è il porto di Honolulu, ha affermato il Dipartimento dei trasporti delle Hawaii in una nota. Le riparazioni devono essere effettuate senza passeggeri a bordo, il che ha richiesto la modifica per consentire lo sbarco dei passeggeri.

La storia continua sotto la pubblicità

I passeggeri avrebbero dovuto salire a bordo di voli charter per Los Angeles, Sydney, Londra, Vancouver, British Columbia e Francoforte, in Germania, dal lunedì al martedì. Tutti rimarranno sulla nave fino a tre ore prima del volo, secondo la compagnia di crociera, e tutti i passeggeri saranno sottoposti a screening medico avanzato prima di sbarcare.

Iscriviti alla nostra newsletter sul coronavirus per rimanere aggiornato sull'epidemia

Nessuno su Norwegian Jewel ha un caso confermato o sospetto del virus. A bordo rimangono circa 1.000 membri dell'equipaggio.

Annuncio pubblicitario

Il viaggio ha lasciato Sydney il 28 febbraio e doveva essere un itinerario di 23 giorni in Australia e Polinesia francese. Nessuno è sceso dalla nave dall'11 marzo, quando i passeggeri sono stati in grado di sbarcare alle Fiji, secondo i funzionari delle Hawaii.

La storia continua sotto la pubblicità

Jade Butay, direttrice del Dipartimento dei trasporti delle Hawaii, ha dichiarato nella dichiarazione di domenica che i passeggeri sarebbero stati tenuti isolati per evitare di mettere a dura prova le risorse dello stato, affrontando anche il benessere dei passeggeri delle compagnie di crociera che sono in mare da molto tempo.

Le compagnie di crociera globali, inclusa la Norwegian, hanno annunciato che avrebbero sospeso le operazioni per almeno 30 giorni il 13 marzo. Con la diffusione del coronavirus, i porti di tutto il mondo hanno chiuso al traffico crocieristico, lasciando molti bloccati in mare senza una soluzione immediata a terra.

Aggiornamenti in tempo reale sul coronavirus

A partire da venerdì sera, secondo la Cruise Lines International Association, 30 navi stavano ancora completando i loro viaggi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Per i passeggeri della Norwegian Jewel e i membri della famiglia che hanno cercato di aiutare da lontano, i ripetuti cambiamenti di piano e l'incertezza sono stati frustranti.

Gary Owens, un medico in pensione del Delaware in navigazione con sua moglie, ha detto la scorsa settimana di aver già cancellato i voli di ritorno dalla Polinesia francese, dalla Nuova Zelanda e dalle Fiji. Mentre ha detto che i membri dell'equipaggio stavano facendo di tutto per prendersi cura di noi, la comunicazione sulla situazione era relativamente rara e incompleta.

Dopo aver saputo dal capitano che venerdì la nave stava incontrando difficoltà tecniche, ha detto che l'atmosfera a bordo è diventata tesa.

L'umore prevalente è molto cupo e i passeggeri sono sempre più preoccupati per il destino finale di tutti noi, ha detto in una e-mail venerdì. Qualsiasi aiuto che possiamo ottenere alle Hawaii e la possibilità di tornare dai nostri cari è ciò di cui abbiamo bisogno ora.'

Cyber ​​Monday 2016 offerte di viaggio

Le navi da crociera si stanno affrettando a trovare porti aperti per i passeggeri bloccati dalla chiusura del coronavirus

Sonja Missio, i cui genitori sono sulla nave, ha detto in un'e-mail lunedì di essere sollevata di avere una risoluzione, ma trattenendo il respiro fino a quando non sono atterrati a Toronto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ha detto che i suoi genitori erano preoccupati per l'equipaggio che sarebbe rimasto sulla nave e infastiditi dalla scarsa comunicazione della compagnia di crociera durante il calvario.

Ma, ha detto Missio, i passeggeri si sono mobilitati per aiutare a controllare i propri cari per i membri della famiglia a casa e qualcuno ha organizzato un gruppo Facebook con le informazioni di contatto per chiedere aiuto ai rappresentanti del governo.

Il modo in cui un gruppo di estranei in tutto il mondo si è radunato per riportare a casa questa nave è stato irreale, ha detto in un'e-mail.

Per saperne di più:

Due navi da crociera speravano di sbarcare passeggeri alle Hawaii. Lo stato li ha appena respinti.

Una nave da crociera sta ancora cercando di portare i passeggeri in porto. Ora 42 persone a bordo sono malate.

Tutte le principali compagnie di crociera interrompono temporaneamente le partenze in risposta al coronavirus