Principale A Proposito: Viaggio La maggior parte dei Caraibi è soggetta a un avviso di viaggio di 'Livello 4'. Le isole vogliono ancora visitatori.

La maggior parte dei Caraibi è soggetta a un avviso di viaggio di 'Livello 4'. Le isole vogliono ancora visitatori.

Il CDC ha dato a più di 20 destinazioni nell'area il suo avviso di non viaggiare.

Il CDC ha dato a più di 20 destinazioni il suo avviso di non viaggiare

La costa delle Barbados. Questa settimana il paese ha ricevuto la designazione di livello 4 del CDC per livelli molto alti di covid-19. (iStock)

Mentre l'inverno si avvicina e i viaggiatori iniziano a sognare un clima caldo, i Caraibi fanno cenno. Ma a 19 mesi dall'inizio della pandemia, gran parte della regione sta lottando con l'aumento della variante delta e l'accesso insufficiente ai vaccini contro il coronavirus.

WpOttieni l'esperienza completa.Scegli il tuo pianoFreccia a destra

Alla fine del mese scorso, il Organizzazione Panamericana della Sanità ha avvertito che i sistemi sanitari in alcune isole dei Caraibi orientali stavano diventando sopraffatti dall'aumento dei casi e dalla carenza di lavoratori e forniture.

La maggior parte delle destinazioni nei Caraibi, così come le Bermuda e le Bahamas, sono caratterizzati dai Centers for Disease Control and Prevention come Livello 4 a causa dei tassi molto elevati di covid-19, il che significa che l'agenzia di salute pubblica raccomanda di evitare i viaggi.

Questi paesi e territori includono luoghi famosi come Giamaica, Porto Rico, Aruba, Isole Vergini americane e, da lunedì, Barbados. In tutto, più di 20 destinazioni sono elencate come Livello 4.

persone più pericolose della storia

Un'altra manciata - tra cui Anguilla, Bonaire, Turks e Caicos e Trinidad e Tobago - sono di livello 3, il che significa che i tassi di coronavirus sono alti e solo le persone vaccinate dovrebbero visitare. Solo alcuni sono ai due livelli più bassi, tra cui la Repubblica Dominicana e le Isole Cayman.

La lista dei CDC non viaggia, ha spiegato

La strada per la ripresa nella regione non è agevole, ha affermato Neil Walters, segretario generale ad interim della Caribbean Tourism Organization, in una dichiarazione inviata via e-mail. I cambiamenti nella situazione sanitaria e l'arena dei viaggi in continua evoluzione potrebbero creare molto tumulto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il gruppo turistico ha affermato che nella prima metà dell'anno gli arrivi di turisti internazionali nei Caraibi hanno raggiunto 6,6 milioni, in calo del 12% rispetto alla prima metà del 2020 e di oltre il 62% rispetto al 2019. Ma alcune destinazioni hanno visto una crescita.

Alle Bahamas, ad esempio, le visite fino ad agosto sono aumentate di quasi il 50 percento rispetto allo scorso anno a oltre 612.000 grazie all'aumento del servizio delle compagnie aeree.

I. Chester Cooper, vice primo ministro delle Bahamas e ministro del turismo, degli investimenti e dell'aviazione, ha dichiarato in una dichiarazione inviata via e-mail che il paese è ottimista sul fatto che sia possibile una solida stagione delle vacanze.

Durante questa pandemia abbiamo dovuto fare perno ed evolverci per trovare il delicato equilibrio tra la protezione della salute e della sicurezza dei nostri cittadini e visitatori e la creazione di opportunità che consentano alla nostra vitale economia turistica di iniziare a riprendersi, ha affermato.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Questo è l'equilibrio che l'intera regione ha cercato di trovare poiché le destinazioni sono state riaperte con una varietà di procedure di ingresso.

I viaggiatori dovrebbero evitare il Messico a causa dell'impennata del delta? Per la gente del posto che ne ha bisogno, è complicato.

Nei Caraibi, il turismo è il nostro pane quotidiano, quindi dovevamo davvero assicurarci di essere in grado di mantenere aperti i nostri confini, ha affermato Vanessa Ledesma, CEO ad interim e direttore generale della Caribbean Hotel and Tourism Association. Tutto ciò che possiamo fare per mitigare l'impatto, continueremo a farlo.

In alcuni paesi, ciò significa requisiti per i vaccini, quarantene, test obbligatori, copertura assicurativa di viaggio o una combinazione di queste regole. L'associazione alberghiera e turistica mantiene a griglia in linea con vari protocolli per cercare di aiutare i potenziali visitatori a tenerne traccia.

La storia continua sotto la pubblicità

Sappiamo che è stata una sfida e abbiamo fatto pressioni per l'armonizzazione il più possibile in tutta la regione, ha affermato Ledesma. Ogni destinazione ha limitazioni o requisiti diversi.

Annuncio pubblicitario

Ciò può confondere i viaggiatori che stanno cercando di scegliere da una regione con più di due dozzine di destinazioni e altrettanti mandati diversi per l'ingresso. Quella mancanza di coerenza ha aggiunto complessità e preoccupazione per i clienti, ha affermato il consulente di viaggio Mike Salvadore 58 stelle di viaggio .

E molti clienti temono che le politiche cambieranno rapidamente e potrebbero rimanere bloccati o perdere il loro investimento, ha affermato in un'e-mail.

Una cosa che non sta davvero scoraggiando i visitatori, ha detto Salvadore: consigli di viaggio . Sebbene ci sia stato un calo di interesse nell'estate dopo la riapertura dell'Europa e durante la stagione degli uragani, ha affermato che l'interesse per la regione che si sposta verso l'autunno e il periodo delle vacanze è forte.

La storia continua sotto la pubblicità

I viaggi nei Caraibi sono stati i primi a vedere una rinascita all'inizio del 2021 e, sebbene la maggior parte delle destinazioni continui a mantenere uno stato di livello 4 con il CDC, non ha tenuto lontani i viaggiatori, ha scritto Salvadore.

Questo storico tour a piedi di San Juan è il sogno di un amante dell'architettura

dov'è Brian Winchester adesso

All'interno dei Caraibi, gli avvisi di viaggio all'estero sono visti con una certa frustrazione. Ledesma ha scritto a settembre che l'industria ha fatto di tutto per proteggere i visitatori e coloro che lavorano nel settore turistico.

Clive Landis, che presiede la task force covid-19 presso l'Università delle Indie occidentali alle Barbados, ha affermato che il recente cambiamento dal livello 3 al 4 alle Barbados non cambia nulla sui protocolli di ingresso o uscita.

Annuncio pubblicitario

Ci chiediamo quale sia il suo valore, ha detto.

La storia continua sotto la pubblicità

Landis ha affermato che la regione è stata scettica nei confronti degli avvisi di viaggio, soprattutto quando vengono applicati a paesi che hanno tassi di casi complessivamente bassi come Anguilla. Più importante, ha detto, è aiutare quelle destinazioni a ottenere tutte le dosi di vaccino di cui hanno bisogno.

Penso che qui nei Caraibi, il nostro record - anche ora con l'aumento della variante delta - sia ancora, in termini di casi pro capite ... ben al di sotto degli Stati Uniti, ha detto Landis. Non è come se stessero entrando in una specie di punto caldo a cui non sono abituati nel loro stesso paese.