Principale Altro Bussa, bussa. Chi è là? Un collezionista di cartelli 'Non disturbare'.

Bussa, bussa. Chi è là? Un collezionista di cartelli 'Non disturbare'.

Il museo online presenta esempi da 180 paesi, mettendo in evidenza l'arte dell'umile maniglia della porta

In un certo numero di hotel, il miglior materiale di lettura è appeso alla maniglia della porta: l'insegna sfacciata e intelligente Non disturbare. Sebbene l'accessorio per porta Jekyll/Hyde mantenga ancora il suo scopo finale (tenere fuori/ripulire), in questi giorni trasmette il suo messaggio con stile e umorismo, un piccolo ah-ah che risuona nei corridoi. Ad esempio, al Borgata di Atlantic City, gli ospiti sono legati o hanno bisogno di un riordino. All'Hard Rock Hotel di San Diego, gli intrusi sanno di stare alla larga: non ora. Il mio ego ha bisogno di riposo. Molti striscioni strizzano l'occhio agli affari in corso all'interno.

Edoardo Flores è un esperto nell'arte dei disegni DND. Il 71enne italiano, che vive fuori Torino, ha raccolto migliaia di esempi sia nei suoi viaggi che in quelli di amici. Espone i souvenir nel suo e-museum, www.freewebs.com/dndcollector . Abbiamo contattato Edoardo per la sua passione, raggiungendolo in Thailandia, dove stava raccogliendo 22 nuovi manufatti. estratti:

Come ti sei interessato alla segnaletica Non Disturbare?

Come con la maggior parte delle collezioni, è iniziato quasi per caso. Inizialmente ne ho presi alcuni come souvenir dai luoghi che ho visitato per lavoro. Un collega li ha visti e ha detto che avrebbero fatto una bella collezione. Da quel momento in poi, ho deciso di mantenere tutti i segni che ho trovato.

Come ti sei imbattuto in così tante opportunità di collezionismo?

Ho viaggiato molto durante i miei 32 anni di carriera come specialista di formazione presso l'Organizzazione internazionale del lavoro delle Nazioni Unite. Durante questo periodo ho visitato (e anche vissuto) molti paesi interessanti, come il Bhutan, l'Iraq, la Birmania, il Pakistan, le Fiji e molti, molti altri. Ma la mia collezione è iniziata in una fase avanzata e quindi ho perso molte ottime opportunità.

Qual è stato il primo segno che hai preso?

Uno dei primi segni che ricordo di aver preso è stato dall'Holiday Inn di Islamabad, intorno al 1991. Non era particolarmente attraente, ma aveva il nome dell'hotel, motivo per cui l'ho preso.

Chiedi il permesso o te lo infili nella borsa?

In genere non ho problemi a prendere i normali segni di carta, poiché considero questi materiali di consumo facilmente sostituibili. È una storia diversa per i segni più sofisticati o speciali che so avere un costo più alto per l'hotel. In questo caso chiedo sempre di acquistarli. In alcuni casi si possono trovare in vendita nel negozio di souvenir dell'hotel. A volte è impossibile acquisirli.

Devo essere chiaro che non incoraggio il furto e incoraggio sempre gli altri a chiedere al personale dell'hotel prima di prendere qualsiasi cosa.

Circa quanti segni prendi all'anno?

Varia abbastanza considerevolmente. Di solito non soggiorno in così tanti hotel diversi e i contributi più grandi provengono da amici che viaggiano o da scambi con altri collezionisti.

Quanto è grande la tua collezione e dove la tieni?

La mia collezione conta quasi 8.000 pezzi provenienti da circa 180 paesi. A causa delle diverse forme e dimensioni, non ho trovato un modo semplice per conservarli, come negli album. Li conservo in grandi buste o in casellari, divisi per paese.

Hai mai pensato di aprire un museo Do Not Disturb?

Purtroppo non ho le strutture per creare un museo, ma a volte ci ho pensato. Se potessi trovare un luogo adatto per esporre permanentemente la mia collezione, prenderei in considerazione anche di donarla.

Qual è il tuo approccio al collezionismo?

Ogni volta che entro in una stanza d'albergo, la prima cosa che faccio è cercare dietro la porta il cartello DND. Mi arrabbio molto quando non ce n'è uno. A volte, vorrei anche cambiare hotel se ciò accade.

Hai delle linee guida o delle regole?

La mia prima regola è che i segnali dovrebbero provenire da hotel o navi da crociera. Tutti questi sono validi indipendentemente dal loro design o qualità. Ci sono molti cartelli/ganci per porte non correlati che evito. Non tengo le insegne della stanza del trucco, i menu della colazione, il ritiro della biancheria, ecc.

Voglio anche evitare di trasformare il mio hobby in un business. Non vendo i segni che ottengo e spesso ho fatto donazioni a persone che desiderano iniziare una collezione. Cerco anche di evitare di acquistare cartelli a prezzi irragionevoli. A volte ho usato eBay, ma la maggior parte dei venditori non sono collezionisti e sono solo per fare soldi, spesso per materiale molto comune.

Ho anche trovato diverse persone che, per motivi diversi, hanno raccolto dei segni e si sono offerti di donarmi le loro collezioni, che in un caso ammontano a quasi 1.000 pezzi. Cerco sempre di scambiare con altri oggetti di loro scelta, se riesco a procurarmeli.

Qualche storia divertente sul prendere un segno?

Un'amica ha avuto un'esperienza imbarazzante quando ha preso un cartello di legno da un hotel asiatico ed è stata fermata mentre era su un taxi e le ha chiesto di restituirlo. Un altro amico ne ha rubato uno dalla porta di fronte alla sua stanza e in seguito ha sentito delle urla quando qualcuno ha cercato di entrare.

Ti capita mai di passare un segno?

Non lascio mai niente alle spalle, tranne nei casi in cui so di avere già molti doppi. Devo ricordare gli altri miei amici collezionisti con cui scambio.

Quali paesi o catene alberghiere hanno i design più insoliti o interessanti? Qualche preferito?

I pezzi più attraenti sono senza dubbio quelli dei paesi asiatici. Si tratta spesso di pezzi artistici artigianali che riflettono la cultura e le tradizioni locali. Altre molto interessanti sono le insegne vintage, per lo più statunitensi, che hanno grafiche e messaggi molto creativi e divertenti. Anche dagli Stati Uniti, ci sono molti segnali interessanti dai vari hotel con casinò e hotel Disney.

Dal punto di vista del collezionista, di solito cerco le insegne di hotel e resort famosi o esclusivi, quelli legati a eventi storici o personaggi famosi. Ad esempio, ho un cartello dell'hotel Domus Sanctae Marthae a Città del Vaticano dove sono alloggiati i cardinali quando partecipano al conclave per eleggere un nuovo papa. L'ho ottenuto grazie ad un buon contatto all'interno del Vaticano.

Quali segni di paesi sono nella tua lista dei desideri?

Ci sono ovviamente alcuni paesi molto difficili da ottenere, molti paesi più piccoli o meno accessibili in Africa, come la Somalia, la Sierra Leone, le Comore, ecc. Alcuni stati insulari del Pacifico e dei Caraibi. Mi piacerebbe anche trovare vecchi segni che possano far luce sull'origine di questi segni.

Ti vedi collezionare cartelli DND per sempre o passerai, per esempio, ai taccuini degli hotel?

Non ho alcuna intenzione di ritirarmi da questo hobby nel prossimo futuro. Ho provato ad avviare altre raccolte relative ai viaggi; Ho diverse centinaia di cucchiaini da compagnia (quelli di metallo con i loghi) ma li ho messi da parte. Di recente ho iniziato a collezionare chiavi magnetiche degli hotel (di tipo magnetico) e ne ho raccolte molte in un tempo relativamente breve. Conservo anche molti altri oggetti da collezione, ma principalmente allo scopo di scambiare segni DND.

Altro da Viaggi:

dovresti viaggiare in questo momento

Guida di viaggio

Guida di sci

Guida ai Caraibi

Partecipiamo al programma Amazon Services LLC Associates, un programma pubblicitario di affiliazione progettato per fornirci un mezzo per guadagnare commissioni collegandoci ad Amazon.com e ai siti affiliati.

Andrea SachsAndrea Sachs scrive per Travel dal 2000. Ha riferito da luoghi vicini come Ellicott City, Maryland e Jersey Shore, e da località lontane, tra cui Birmania, Namibia e Russia. Seguire