Principale Altro Al Giro d'Italia, il Giro d'Italia, il ciclismo torna alla gioia

Al Giro d'Italia, il Giro d'Italia, il ciclismo torna alla gioia

Guardare il Giro è gratuito e puoi percorrere lo stesso percorso lo stesso giorno dei professionisti.

Anche se non avessi guidato la mia bicicletta per 191 miglia su strade che hanno scalato 23.850 piedi di dislivello negli ultimi quattro giorni, i miei quad avrebbero trovato la scalinata per salire sul podio del Giro d'Italia — il Giro d'Italia — ripida . Sempre con le mie scarpe da ciclismo con i tacchetti, ideali per andare in bicicletta ma non le migliori per camminare, salgo con cautela i gradini in acciaio zincato, utilizzando entrambi i corrimano.

Per i quad del ciclista professionista che vince la tappa del Giro di oggi e sale sul podio di fronte a migliaia di fan acclamanti, immagino che queste scale sembreranno di scalare una montagna. Quando li salirà, avrà percorso 1.902 miglia in 19 giorni - 137 miglia nell'ultimo. Il suo percorso ha incluso così tante salite che nemmeno gli organizzatori della gara sono esattamente sicuri di come quantificarlo. Solo oggi, avrà percorso più di 15.000 piedi, quasi tre miglia di altitudine.

Insieme al Tour de France e alla Vuelta a Espana (Giro di Spagna), il Giro d'Italia è uno dei tre Grandi Giri del ciclismo professionistico. A differenza degli equivalenti in altri sport - il Super Bowl, Wimbledon, le World Series - guardare il Giro di persona è gratuito e gli appassionati dilettanti possono mettersi alla prova sullo stesso terreno dei professionisti.

in quali paesi non possono viaggiare gli americani

[Sul Virginia Capital Trail, pedala attraverso 400 anni di storia in 52 miglia]

Al Giro puoi anche percorrere lo stesso percorso lo stesso giorno dei professionisti. (Ma iniziando molto prima o dopo di loro.) È come se la tua squadra di softball giocasse a una partita al Wrigley Field la mattina prima che i Chicago Cubs ospitassero i Cleveland Indians in Gara 3 delle World Series 2016.

Andare in bicicletta nelle Alpi italiane e nelle Dolomiti è stato nella mia lista dei desideri da quando sono andato in luna di miele nella zona un decennio fa. A quel tempo stavo appena iniziando a dedicarmi seriamente al ciclismo, ma non ero ancora così serio da sapere che queste montagne avevano alcune delle pedalate più impegnative e belle del mondo. Il mio allora marito Brian ed io abbiamo fatto escursioni e arrampicate su roccia, entrambe belle e impegnative, ma avremmo scambiato l'intero registro del nostro matrimonio, incluso il robot da cucina KitchenAid dei miei sogni, con attrezzatura da ciclismo e tempo in bicicletta. (Eravamo lì alla fine di settembre e sono caduti diversi centimetri di neve.) Come nastri arricciati, le strade si snodavano su e giù per i pendii terrazzati delle montagne punteggiati di mucche e paesi in posizioni improbabili. Alcune strade avevano un dislivello di 5.000 piedi dal basso verso l'alto. Uno aveva 33 giri.


I biker amatoriali sul versante orientale del Passo dello Stelvio approfittano della chiusura della strada alle auto. I corridori professionisti del Giro d'Italia ci avrebbero corso più tardi nel corso della giornata. (Dina Mishev/Per il Washington Post)

Anche partecipare a diverse tappe del Giro è stato nella mia lista dei desideri: da quando ho visto, mentre guardavo la 15a tappa in televisione nel 2011, tre generazioni di una famiglia in piedi sotto la pioggia sul tetto del loro camper, che era parcheggiato in un campo di fiori di campo. La loro età variava dalla scuola elementare all'antica, e ognuno di loro aveva un gigantesco campanaccio e sapeva come usarlo. Il Tour de France è la corsa più famosa, ma a causa di questa famiglia e dei loro campanacci, ho pensato che il Giro sarebbe stato più accessibile e intimo. (Guardando il Tour de France in televisione, ho avuto più un'atmosfera da Mardi Gras.)

Ma quando finalmente sono in Italia a fare le salite più famose delle Dolomiti, a fare il tifo per i professionisti e a salire i ripidi gradini per ammirare il panorama dal podio del Giro, la mia fase ciclistica seria è arrivata e finita. Tuttavia, mi viene la pelle d'oca quando salgo sul palco, che è quello che speravo.

Lo scorso maggio, sono andato al Giro nel tentativo di recuperare il mio mojo in bicicletta – davvero, il mio mojo in generale. Lo scorso inverno e la primavera, però, dopo aver tecnicamente sconfitto una grave malattia, mi sono sentito decisamente non vittorioso. Intere parti di me - in particolare la mia sicurezza, automotivazione e gioia - erano, nei giorni buoni, difficili da trovare. Su quelli cattivi, erano totalmente MIA.

Mentre il tempo trascorso in sella a una bicicletta era diminuito, i ricordi di quanto mi sentissi incredibile mentre andavo in bicicletta sono rimasti vividi. Mi sono ricordato di aver finito un giro e di aver scoperto di avere una soluzione per la pace nel mondo, o almeno per qualsiasi problema mi avesse infastidito tutto il giorno. Mi sono ricordato che andare in bicicletta mi faceva sentire esuberante e sicura di me. Continuerei a prendere i miei antidepressivi e a vedere il mio terapista ma, ho pensato, perché non vedere se andare in bicicletta potrebbe aiutare a riportare indietro anche me?


Dal momento che la logistica dell'organizzazione di un viaggio del genere è decisamente schiacciante, i viaggi in bicicletta del passato mi hanno insegnato che volare con la mia bici da strada era stressante e costoso; inoltre, determinare i percorsi e trasferire i bagagli ha reso queste vacanze un lavoro - ho firmato con un viaggio guidato da Trek Travel, un ramo del produttore di biciclette Trek con cui gli amici avevano viaggiato numerose volte e di cui erano rimasti entusiasti. L'azienda offre un itinerario annuale costruito attorno a diverse tappe di montagna della gara. Il viaggio di sette giorni include guide, alloggio, trasferimenti bagagli, la maggior parte dei pasti, supporto lungo il percorso di tutti i giorni e, per coloro che non vogliono viaggiare con la propria bicicletta, una bici da strada di fascia alta.

C'erano degli extra nel viaggio del Giro di Trek quest'anno: alla fine della 17a tappa, ci è stato permesso di tagliare il traguardo, salire sul podio, guardare il traguardo da un'area VIP, incontrare alcuni corridori professionisti del team Trek/Segafredo all'ora dell'aperitivo e visita l'autobus della squadra.

[ Sei ruote, viaggerà: Attraversare l'America con una bici in macchina ]

Mentre i 213 corridori professionisti del 100° Giro d'Italia avrebbero percorso 2.242,6 miglia in 21 tappe in 24 giorni (i corridori hanno tre giorni di riposo), l'itinerario Trek Travel offre sei corse per un totale di 306 miglia (che includono parti delle tappe 16, 17 e 18). Puoi percorrere tutto il percorso che desideri. Se non stai andando in bicicletta, puoi guidare nel furgone di supporto Trek o esplorare la città.

Siamo partiti per il nostro primo giro entro un'ora dall'arrivo nel nostro hotel a Bormio e dall'incontro con le guide Marcel Peeperkorn e Ilona Kohlerova. È la corsa più breve del viaggio e, credo, facile. Scansionando rapidamente il foglio del percorso della giornata con una mappa, indicazioni e statistiche tra cui distanza, pendenza media e salita e discesa verticale, ho letto che si tratta di circa 900 piedi di dislivello su 11 miglia. Facile.


Una delle stazioni di sosta temporanee allestite per i motociclisti da Trek Travel. L'azienda propone un viaggio annuale che ripercorre alcune tappe del Giro d'Italia. (Dina Mishev/Per il Washington Post)

Ho letto male il foglio: sono 900 metri (circa 2.930 piedi) di salita al Passo Torri di Fraele, non 900 piedi. Quando giro quello che penso sia l'ultimo tornante solo per vedere che la vera vetta si rivela a 1.500 piedi sopra di me, la poca sicurezza con cui mi sono svegliato quella mattina muore. Ma distratto dalle chiacchiere con due miei compagni ciclisti, riprendo a pedalare.

Uno nel nostro gruppo di 12 è un pilota professionista americano che gareggia in patria. Mentre il resto di noi - dagli Stati Uniti, dall'Australia e dal Messico - sbuffa e gonfia le salite, lui accelera mentre respira con il naso e balla sui suoi pedali.

Un paio di noi hanno storie di corridori amatoriali di successo. Gli altri sono guerrieri del fine settimana. Le altre due donne sono in viaggio con i loro mariti. Durante la settimana, imparo i piloti e i team professionisti preferiti da tutti, ma poco su quello che fanno per lavoro.

Scendendo Torri di Fraele, ho raggiunto velocità abbastanza veloci da far sferzare il vento sotto i miei occhiali da sole avvolgenti e portare le lacrime. L'euforia di questa discesa mi rende gioioso come non lo facevo da anni.

Il giorno successivo è il Passo di Mortirolo, che una volta Lance Armstrong ha detto essere la salita più dura che avesse mai fatto e che ha sezioni con una pendenza del 18 percento. Dal momento che non assumo farmaci dopanti o mi associo al doping mentre lo salgo, la mia velocità scende più volte a poco più di 4 mph, all'incirca alla stessa velocità che posso fare in salita. Ho trascorso la mia adolescenza come corridore competitivo e rimango un camminatore molto veloce fino ad oggi. Non sono mai stato così lento in vita mia. Mi meraviglio che la bici stia in piedi.

In cima, mi sdraio in un campo d'erba e, per 10 minuti, dormo il sonno del supremamente soddisfatto di sé. A casa, sulle strade avevo guidato sentendomi forte e sicuro di sé, aver lavorato così duramente per guidare così lentamente mi avrebbe rattristato. Qui però provo soddisfazione. Questa salita è stata la cosa fisica più difficile che avessi fatto da quando ero stato dichiarato bene. Mortirolo è stata anche la prima volta che mi importava più di aver fatto semplicemente qualcosa che di quanto velocemente l'avessi fatto.


Gli spettatori salgono sulla vetta del Passo dello Stelvio, nelle Dolomiti, alta 9.045 piedi, diverse ore prima che i corridori superino la tappa 16 del Giro d'Italia. (Dina Mishev/Per il Washington Post)

Rinfrescato dal pisolino, abbatto i tornanti sul fondo, il vento aiuta lacrime di felicità.

Il giorno 3 porta il Passo dello Stelvio, alto 9.045 piedi, la strada asfaltata più alta delle Alpi Orientali, che quel giorno è chiusa alle auto a causa della gara. Saliamo circa cinque ore prima dei professionisti del Giro. Non è solo il mio gruppo Trek in viaggio, ma anche migliaia di altri ciclisti, la maggior parte indossa la divisa della loro squadra del cuore (simile a quella del tuo giocatore di football o baseball preferito) e alcuni indossano tanga o bikini. Diversi ciclisti trasportano fusti pieni di birra. Numerosi gruppi di genitori e nonni trascinano i bambini in roulotte improvvisate.

Questi motociclisti hanno in programma di parcheggiare le loro biciclette da qualche parte lungo la strada - che, a maggio, ha ancora cumuli di neve di sette piedi su entrambi i lati in cima - e uscire fino a quando i professionisti non passano.

Si uniscono ai fan che erano saliti sui loro camper e si erano accampati lungo la strada la notte prima. Gli spazi non occupati da camper sono affollati di ballerini e altri gonfiabili che pubblicizzano compagnie locali. Giro intorno a diversi gruppi di fan usando i mini rulli per dipingere parole di incoraggiamento e i nomi dei loro ciclisti preferiti sulla strada. Le persone che dipingono le stesse cose sui banchi di neve sono più facili da evitare. L'euforia collettiva è fuori scala.

Se la famiglia di camper che ho visto in televisione tanti anni fa è lì, non li riconosco. Tuttavia, mando un silenzioso ringraziamento a loro per avermi ispirato a guardare questa gara di persona.

Il giorno successivo, salgo i ripidi gradini del palco e mi viene la pelle d'oca che speravo quando ho prenotato questo viaggio. Il nostro accesso VIP non finisce con il palco, però. Salgo sul livello più alto del podio e reclamo ufficialmente il mio mojo.

Mishev è una scrittrice con sede a Jackson Hole, Wyo. Seguila su Instagram @dinamishev .

Altro da Viaggi:

Il 'tacco' trascurato dell'Italia è ricco di cibo, vino e architettura unica

Sole italiano e mare ceruleo? Questo è amore

Mangiando a modo mio attraverso Modena, con 'Master of None' come guida turistica

Se vai

Hotel Residence Cristallo

Via Milano, 44, 23032 Bormio

011-39-0342-902700

cristallohotelresidence.it/it

L'arredamento di questo hotel standard, a breve distanza a piedi dal centro di Bormio, comprende animali imbalsamati e opere d'arte a tema sciistico. Camere, con colazione, da $ 156.

Hotel Cristallo

Via Dolomiti, 24, 38032 Canazei

011-39-0462-601317

hotelcristallo.net/it

In questo hotel di medie dimensioni in centro, le sistemazioni sono grandi, ma per il resto standard. Camere, con colazione, da $ 165.

Boutique Hotel Dolomiti

Strada Colz 9, 9036 La Villa

011-39-0471-847120

dolomit.it/en

Le 18 camere e suite di questo accogliente hotel gestito da un ex sciatore sono tutte diverse, ma ognuna ha colori allegri e un piccolo balcone. Camere, con colazione, a partire da .

Il Tor

Via Colz 9, 39036 La Villa

011-39-0471-844091

la-tor.it/en

Pizza cotta nel forno a legna e fonduta in un'atmosfera sociale e sobria. Situato nel Boutique Hotel Dolomiti. Aperto tutto l'anno. Antipasti da $ 22.

Al limite

Via Dante 6, 23032 Bormio

011-39-0342-901732

ristorantealfilo.it

Garantire un tavolo in questo ristorante che sembra e si sente come una cantina di vini prenotando in anticipo, ma spesso è possibile entrarci senza. Il cibo è tradizionale e fresco, anche se pesante: polpette di formaggio fritte, gnocchi di polenta e selvaggina caramellata. Aperto alle 19:00 alle 22:30, dal martedì alla domenica; e da mezzogiorno alle 14:00 Dal mercoledì alla domenica. Antipasti per la cena da $ 28.

Ristorante Pizzeria La Caneva

Via Don Peccedi 24, 23032 Bormio

011-39-0342-910525

quando gli americani possono viaggiare in europa

sunrisebormio.it

Consigliato dalla gente del posto, La Caneva serve pizze dalla crosta sottile cotte nel forno a legna, oltre a salumi e piatti di carne, e ha una vasta selezione di vini locali a buon prezzo. Aperto 18:30 alle 23:00 quotidiano. Le pizze partono da $ 22.

Viaggio di trekking

866-464-8735

trektravel.com

Questo fornitore con sede negli Stati Uniti, associato alle biciclette Trek, offre un giro guidato annuale. Più tardi in estate, intraprende viaggi ('Salite classiche delle Dolomiti' e 'Giganti del Giro') che includono molte delle salite caratteristiche della gara. Il costo dei sette giorni, sei notti Viaggio del Giro 2018 non è stato ancora rilasciato (il pacchetto di quest'anno partiva da $ 4.899 a persona) e include l'uso di una bici da strada, un incontro con i membri del team Trek-Segafredo, alloggio, guide e la maggior parte dei pasti.

Col dei Bos via ferrata

str. Col Alt .94, 39033 Corvara

011-39-0471-836898

altabadiaguides.com

Fai una scalata guidata oltre le reliquie della prima guerra mondiale con l'assistenza di barre d'armatura, bulloni e cavi attaccati alla roccia. Non è richiesta alcuna esperienza di arrampicata su roccia. Questa salita parte da $ 366. Il prezzo aumenta in base alle dimensioni del gruppo.

Museo Ladino Ciastel de Tor

Torstr. 65, 39030 San Martino in Thurn, Badia

011-39-0474-524020

www.museumladin.it/en

Questo museo, in un castello del XIII secolo, è incentrato sulla cultura, la lingua e la storia dei Ladini, un'etnia della zona. Adulti circa $ 10, bambini fino a 6 anni gratis. Gli abbonamenti familiari per due adulti e ragazzi di età pari o inferiore a 17 anni costano circa $ 19; gli anziani e gli studenti sono di circa $ 8.

Bormio Terme Spa

Via Stelvio, 14-23032 Bormio

011-39-0342-901325

bormioterme.it/it

Immergiti nelle sorgenti termali ricche di minerali o fai una fangoterapia o un massaggio in questo centro termale e thermarium aperto nel 1920. Ingresso al thermarium da circa $ 25 per gli adulti. I bambini di età pari o inferiore a 15 anni non sono ammessi nel thermarium, ma possono usufruire di trattamenti termali a partire da $ 20.

Funivia Sass Pordoi

Sass Pordoi

011-39-0462-609500

fassa.com/IT

Una funivia porta a 3.000 metri di altezza e offre viste sulla Marmolada, la vetta più alta delle Dolomiti, dalla cima del Passo Pordoi. Un biglietto di andata e ritorno costa circa . Orari di sollevamento e sconti speciali sono disponibili online.

chi è il tiratore a las vegas

Giro d'Italia: giroditalia.it/eng

Alta Badia: altabadia.org/en

Val di Fassa: fassa.com/IT

— DM

Partecipiamo al programma Amazon Services LLC Associates, un programma pubblicitario di affiliazione progettato per fornirci un mezzo per guadagnare commissioni collegandoci ad Amazon.com e ai siti affiliati.