Principale Viaggio Il pericolo si nasconde nei parchi nazionali, ma non necessariamente dove te lo aspetti

Il pericolo si nasconde nei parchi nazionali, ma non necessariamente dove te lo aspetti

L'indagine sulle vittime mostra i rischi di strade tortuose, caldo estremo e posa per le foto.

Lunga rampa al Clingmans Dome nel Parco nazionale delle Great Smoky Mountains, dove gli incidenti stradali sono la principale fonte di vittime. (Shutterstock)

Una versione precedente di questa storia affermava che le temperature nel Grand Canyon possono raggiungere i 150 gradi Fahrenheit. In effetti, possono raggiungere i 120 gradi Fahrenheit. È stato inoltre aggiunto un chiarimento sul numero di visitatori e sul loro potenziale impatto sul numero di vittime. La storia è stata aggiornata.

come fare un letto d'albergo

La strada per la vetta del Clingmans Dome nel Parco Nazionale delle Great Smoky Mountains è uno spettacolo. Si curva attraverso corridoi di abeti rossi e abeti, emergendo dagli alberi per baciare panorami panoramici, dove puoi spegnere il motore e guardare la distesa gobba degli Smokies. La montagna più alta del Tennessee, Clingmans Dome, è una delle maggiori attrazioni per gli escursionisti che visitano il parco. Ma arrivare in cima può essere un'avventura a sé stante; i conducenti sono a più di 6.000 piedi sul livello del mare e percorrono strade con discese snervanti. Una svolta sbagliata e potresti cadere.

WpOttieni l'esperienza completa.Scegli il tuo pianoFreccia a destra

Il 15 luglio 2019, ecco cosa accaduto quando una Chevy Cobalt è precipitata a più di 50 piedi da un tratto di Clingmans Dome Road vicino al suo capolinea, uccidendo l'autista e ferendo un passeggero. L'incidente potrebbe suonare come una strana tragedia. Ma in Great Smoky, il drammatico incidente è stato l'ultimo di una storia di incidenti mortali automobilistici lungo le strade tortuose del parco.

Statisticamente parlando, è molto probabile che tu muoia in un incidente automobilistico a Great Smoky, che sta dicendo qualcosa per un parco i cui 522.427 acri di montagne e fiumi offrono ampie opportunità di cadere o annegare. In record, abbiamo visto circa 500 vittime dall'inizio del parco nel 1934, afferma Dana Soehn, portavoce del parco di Great Smoky. Circa 170 di queste morti sono legate a incidenti automobilistici.

Una guida essenziale ai parchi nazionali degli Stati Uniti

Ogni parco nazionale ha i suoi pericoli che molto probabilmente causeranno gravi lesioni e morti; e alcuni di loro potrebbero sorprenderti. Il sito di viaggi all'aperto Outforia recentemente classificato i parchi per numero di decessi dopo aver ottenuto dati a livello di sistema dal 2010 all'inizio del 2020 tramite una richiesta del Freedom of Information Act e classificato le vittime. Un infarto verrebbe classificato come morte medica/naturale, mentre inciampare e spaccare il cranio su una roccia – o perdere l'equilibrio su una sporgenza – conta come una caduta.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Dei 62 parchi nazionali del sistema dell'epoca (ne è stato appena aggiunto un 63°), questi 10 hanno il numero più alto di vittime.

1. Grand Canyon, Arizona (134 morti)

2. Yosemite, California (126 morti)

3. Great Smoky Mountains, Tennessee e Carolina del Nord (92 morti)

4. Sequoia e Kings Canyon, California (75 morti)

5. Yellowstone, Wyoming, Montana e Idaho (52 morti)

6. Denali, Alaska (51 morti)

7. Mount Rainier, Washington (51 morti)

8. Montagne Rocciose, Colorado (49 morti)

9. Grand Teton, Wyoming (48 morti)

10. Zion, Utah (43 morti)

Una manciata di parchi nazionali non ha registrato decessi tra il 2010 e il 2020: Gateway Arch, Missouri; Foresta Pietrificata, Arizona; fiordi di Kenai, Alaska; Samoa americane, Samoa americane; Cascate del Nord, Washington; Isola Reale, Michigan; Valle di Kobuk, Alaska; e Gates of the Arctic, Alaska. Questi parchi tendono anche ad avere il minor numero di visitatori.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La classifica di Outforia non include tutti i decessi del 2020, alcuni dei quali si sono verificati durante l'ondata nazionale di visite a metà pandemia che i parchi hanno subito lo scorso anno. Ma mentre la pandemia si avvia al suo secondo anno, la classifica offre alcuni utili spunti per i visitatori su dove e come possono verificarsi morti accidentali. Perché almeno nei parchi nazionali più pericolosi, i pericoli maggiori potrebbero non essere quelli che pensi che siano.

Prendi il Grand Canyon, uno dei simboli più iconici del paesaggio americano e il parco nazionale più letale nella classifica di Outforia. Dato il numero di visitatori in posa vicino al bordo del canyon per i selfie, si potrebbe presumere che la maggior parte dei visitatori sia morta cadendo dalle sue alte sporgenze.

Ma mentre alcuni visitatori hanno effettivamente subito questo macabro destino, le vittime più comuni nel parco derivano da emergenze mediche naturali. Molte di queste emergenze iniziano con l'esaurimento da calore dovuto alle temperature infernali sul fondo del canyon, che possono raggiungere i 120 gradi Fahrenheit durante l'estate. Questo, combinato con oltre 4.000 piedi di dislivello per gli escursionisti che salgono il canyon dal fondo, può essere pericoloso per chiunque abbia problemi cardiaci o respiratori, diabete o poca esperienza in un clima desertico.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Se ti trovi semplicemente in quell'ambiente e non ti eserciti, potresti comunque provare esaurimento da calore, afferma Joelle Baird, specialista delle relazioni pubbliche per il Grand Canyon National Park. Baird ha familiarità con i pericoli del canyon, avendo servito come ranger con la squadra di ricerca e salvataggio preventivo (P-SAR) del parco, che cerca di educare gli escursionisti prima che si mettano nei guai.

New River Gorge: il più recente parco nazionale d'America è una delle gemme nascoste del West Virginia

nyt memorial day supremazia bianca

Baird afferma che i team P-SAR vanno oltre il chiedere ai visitatori se hanno acqua a sufficienza, snack e abbigliamento appropriato, sebbene siano tutti importanti. Chiedono anche agli escursionisti perché hanno scelto un determinato sentiero. Se conoscono la motivazione, possono suggerire un'escursione più gestibile. A volte è solo: 'Voglio vedere il fiume', dice. Ed è facile lavorarci. Non devi scendere in fondo al canyon per vedere il fiume.

Oltre all'eccessiva ambizione, una bandiera rossa particolarmente preoccupante che le squadre P-SAR incontrano è il pensiero di gruppo degli escursionisti. A volte le escursioni in gruppo possono essere pericolose perché nessuno vuole essere la ruota cigolante, dice Baird. Potrebbero avere problemi, ma sono riluttanti a parlare.

Le cascate potrebbero essere meno endemiche del Grand Canyon di quanto ci si aspetterebbe, ma sono la principale causa di morte a Yosemite, il secondo parco più pericoloso. E non è solo per via degli scalatori che affrontano le famose vette dell'Half Dome o di El Capitan. Al contrario, si verificano più cadute a causa dello scatto di selfie vicino a terreni insidiosi o della mancata attenzione e dell'ignoranza dei rischi. Mentre Yosemite è sicuramente una destinazione per l'arrampicata su roccia e le attività ad alto rischio, la maggior parte delle nostre ricerche e salvataggi che vediamo, aneddoticamente, sono persone che sono impegnate in attività tradizionali del parco come escursioni casuali su sentieri segnalati, dice il ranger del parco Jamie Richards .

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Posare per foto o selfie, in particolare, è emersa come causa di cadute mortali. Nell'ultimo decennio, i visitatori di Yosemite sono precipitati verso la morte Caduta del Nevada , Taft Point e Cadute primaverili mentre tenti di fare selfie o posare per gli altri. L'incidente di Vernal Falls, avvenuto nel 2011, è stato particolarmente grave. Tre visitatori del parco sono caduti dalla cima della cascata alta 317 piedi. Uno stava posando per una foto vicino all'orlo della cascata quando ha perso l'equilibrio ed è caduta in acqua. Due passanti hanno cercato di estrarla, solo per essere spazzati via anche dalla cascata.

Anche nel territorio del parco più tranquillo, le decisioni improvvisate possono portare a cadute. Secondo Richards, la bellezza frastagliata delle cime frastagliate dello Yosemite, delle cascate nebbiose e degli imponenti pini Ponderosa può distrarre i visitatori da piccoli pericoli come una zona di ghiaccio persistente o una deviazione fuori pista pericolosa, come arrampicarsi su rocce scivolose per raggiungere la base del una cascata. Basta un passo falso per perdere l'equilibrio, cadere, rompersi una caviglia o sbattere la testa, dice Richards.

E se l'acqua che scorre sulle rocce è abbastanza forte e abbondante, potresti annegare. Oltre alle cadute e alla morte naturale, gli annegamenti sono la causa di morte più comune in Yosemite. Il sito del parco avverte i visitatori devono essere cauti durante le escursioni lungo il sentiero della nebbia, che passa accanto a Emerald Pool. Questo lago poco profondo alimentato dal fiume può sembrare invitante nelle calde giornate estive, ma sotto la sua superficie vetrosa lo sonoestremamenteforti correnti. Nonostante i segnali di pericolo affissi intorno al lago, alcuni visitatori sono entrati nelle acque apparentemente placide di Emerald Pool, solo per essere portati via dalla corrente.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Anche l'annegamento è un pericolo degno di nota nel Parco nazionale delle Great Smoky Mountains. Abbiamo sistemi fluviali veloci disseminati di massi in tutto il parco e non consigliamo di nuotarci dentro, dice Soehn. L'acqua può salire in modo imprevedibile se piove in alta montagna. Può essere un po' soleggiato alle quote più basse e le persone possono essere colte alla sprovvista dalla corrente. Dall'apertura del parco sono stati registrati sessanta annegamenti a Great Smoky.

Per quanto riguarda gli incidenti automobilistici che regnano come la principale fatalità del Great Smoky, Soehn afferma che questo pericolo è stato integrato nel parco, che è stato concettualizzato e progettato quando il turismo automobilistico stava diventando popolare. Uno dei più grandi gruppi di difesa per la creazione del parco era un gruppo di auto da turismo, dice Soehn. Stavano guidando verso ovest, facendo tour panoramici, e si sono resi conto dell'opportunità che poteva essere quella di portare il turismo nella loro casa negli Stati Uniti orientali.

Le 384 miglia di carreggiata nel parco sono state progettate con cura per piegarsi nel paesaggio scosceso e allinearsi con la topografia delle montagne. Questo è ciò che rappresenta la sfida per i conducenti, afferma Soehn. Sebbene i visitatori possano capire che guideranno molto, devono affrontarlo in modo diverso da come farebbero per i loro spostamenti quotidiani in autostrada.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Puoi conoscere i pericoli posti da qualsiasi parco semplicemente visitando il suo sito Web prima del viaggio e prestando attenzione agli avvisi nei centri visitatori o dai team P-SAR mentre sei lì. Essere preparati, osservare l'ambiente circostante e conoscere i propri limiti ricreativi può fare la differenza tra la vita e la morte. Ricorda: vuoi tornare a casa con storie emozionanti. Non vuoi diventare tu stesso una favola ammonitrice dei Parchi Nazionali.

Howard è uno scrittore con sede a Boston. Il suo sito web è miglio.com . Lo trovi su Twitter: @MilesPerHoward .

Notare che

I potenziali viaggiatori dovrebbero prendere in considerazione le direttive sanitarie pubbliche locali e nazionali relative alla pandemia prima di pianificare qualsiasi viaggio. Le informazioni sugli avvisi sanitari di viaggio possono essere trovate sulla mappa interattiva dei Centers for Disease Control and Prevention che mostra i consigli di viaggio di destinazione e i CDC pagina web dell'avviso sanitario di viaggio .

Altro da Viaggio:

Se quest'estate non puoi visitare un parco nazionale come previsto, ecco un'alternativa affascinante

Nell'unico parco nazionale della Carolina del Sud, pagaia attraverso alcuni degli alberi più antichi del paese

5 motivi per cui i parchi nazionali sono un'ottima opzione per una vacanza a basso budget