Principale Viaggio Tutto sul requisito di viaggio europeo 2021 (di nuovo, non è un visto)

Tutto sul requisito di viaggio europeo 2021 (di nuovo, non è un visto)

ETIAS è un'autorizzazione speciale di cui avrai bisogno per visitare molti paesi dell'UE.

L'ETIAS, il sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi, dovrebbe essere implementato nel 2021. (iStock)

La notizia che i cittadini statunitensi avranno presto bisogno di un'autorizzazione speciale per visitare la maggior parte delle nazioni europee è stata accolta con allarme e confusione. Parte di questa costernazione è il risultato dei primi rapporti che chiamavano l'autorizzazione un visto (non lo è), informazioni errate che circolano su Internet e la questione confusa di quali paesi sono coinvolti. Qui cercheremo di rispondere alle domande più comuni, con l'aiuto delle informazioni attualmente disponibili sul Sito della Commissione Europea . Per alcune domande più complesse, abbiamo corrisposto via e-mail con un portavoce della Commissione.

WpOttieni l'esperienza completa.Scegli il tuo pianoFreccia a destra

Q: Qual è il nuovo requisito?

A: Si tratta di un'autorizzazione denominata ETIAS, che sta per European Travel Information and Authorization System. (Sia il sistema che l'autorizzazione sembrano essere chiamati ETIAS.)

La storia continua sotto la pubblicità

Q: Chi ha bisogno di ottenerlo?

Annuncio pubblicitario

A: Inizialmente, cittadini di 60 paesi, compresi gli Stati Uniti.

Q: Quando entra in vigore?

A: Questo nuovo sistema dovrebbe essere implementato nel 2021.

Q: Quanto mi costerà ottenere un ETIAS?

A: Questo non è stato ancora deciso. Il sito di informazioni ETIAS afferma che i suggerimenti vanno da 14 a 60 euro (da circa $ 15 a $ 70).I soldi andranno all'U.E. bilancio.

Q: Cosa mi autorizza ETIAS a fare?

A: Ti autorizza ad entrare e viaggiare nella U.E. Area Schengen fino a 90 giorni.

Q: Cos'è l'area Schengen?

A: È un gruppo di 26 paesi europei che si sono uniti per formare un'unica entità ai fini del controllo dei passaporti e delle frontiere. I cittadini di un paese della zona Schengen possono visitare gli altri paesi senza passaporto e senza visto.

La storia continua sotto la pubblicità

Q: L'area Schengen è la stessa dell'UE?

A: Non esattamente. Include l'UE paesi membri Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e come oltre ai paesi terzi Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera, oltre ai microstati di Monaco, San Marino, Città del Vaticano.

Annuncio pubblicitario

Q: Quale UE paesi non sono nell'accordo di Schengen?

A: Regno Unito e Irlanda, che hanno scelto di non aderire all'accordo, e Romania, Bulgaria, Croazia e Cipro, che dovrebbero alla fine aderire.

La storia continua sotto la pubblicità

Q: Perché si chiama Accordo di Schengen?

A: Il trattato che ha creato la zona è stato firmato su una nave sul fiume Mosella in Lussemburgo, vicino a una piccola città chiamata Schengen. Gli accordi tra le nazioni prendono spesso il nome da dove sono stati realizzati: Protocollo di Kyoto, Accordi di Oslo, Convenzioni di Ginevra, Trattato di Versailles, Trattato di Parigi.

Q: Per quanto tempo sarà valido il mio ETIAS?

A: Tre anni. Puoi visitare l'Europa per un massimo di 90 giorni alla volta, ma non per più di 90 giorni in ogni periodo di 180 giorni.

Q: Come ottengo un'autorizzazione ETIAS?

A: Ti candidi online.

Q: Cosa devo avere per fare domanda?

Annuncio pubblicitario

A: Hai bisogno di un passaporto valido che non scada entro tre mesi dal tuo viaggio nell'UE. (se rimani 90 giorni, dovrebbe essere valido per sei mesi). Avrai anche bisogno di una carta di credito o di debito e di un indirizzo email.

La storia continua sotto la pubblicità

Q: Quali informazioni dovrò fornire?

A: Informazioni di base, inclusi nome, età, sesso, nazionalità, data e luogo di nascita, informazioni sul passaporto, indirizzo e informazioni di contatto e primo paese Schengen che prevedi di visitare. Dovrai anche rispondere alle domande di background e di sicurezza.

Q: Quanto tempo ci vorrà per ottenere questa autorizzazione?

A: Ci vorranno circa 20 minuti per compilare il modulo online e pagare. La tua domanda sarà quindi sottoposta a controlli incrociati rispetto alla sicurezza delle frontiere europee e ai database criminali. Se non ci sono problemi con la tua domanda, dovresti ricevere l'autorizzazione via e-mail in pochi minuti.

Annuncio pubblicitario

Q: E se c'è un problema?

La storia continua sotto la pubblicità

A: Entro 96 ore riceverai un'e-mail con i motivi del rifiuto e le istruzioni per presentare ricorso. Un ricorso dovrebbe essere deciso entro quattro settimane.

Q: Cosa otterrò per dimostrare di avere l'autorizzazione ETIAS?

A: Secondo un portavoce della Commissione Europea, non riceverai nulla di fisico perché l'ETIAS è un'autorizzazione rilasciata in un sistema informatico.

Q: Chi verificherà che ho questa autorizzazione?

A: Il tuo stato ETIAS verrà verificato elettronicamente prima di salire a bordo di una compagnia aerea e alle frontiere. Il portavoce ha affermato che il controllo della compagnia aerea verrà solitamente effettuato all'orario del check-in. I vettori aerei invieranno automaticamente una richiesta all'ETIAS e riceveranno, in pochi secondi, una risposta indipendentemente dal fatto che la persona disponga o meno di un'autorizzazione di viaggio valida.

La storia continua sotto la pubblicità

Ai valichi di frontiera dell'area Schengen, il tuo stato ETIAS sarà verificato dal sistema europeo di ingresso/uscita (EES), un sistema informatico in fase di sviluppo. L'EES sostituirà la timbratura manuale dei passaporti agli ingressi e alle uscite da e verso l'area Schengen, ha affermato il portavoce. (Questa sarà una delusione per i viaggiatori che sono orgogliosi di possedere un passaporto ben timbrato.)

Annuncio pubblicitario

Q: E i miei figli?

A: Tutti coloro che visitano l'UE avrà bisogno dell'autorizzazione ETIAS. I tutori dei minori di 18 anni possono compilare i moduli per loro. Non è previsto alcun supplemento per i minori di 18 anni o per le persone di età superiore ai 70 anni.

Q: In che cosa, esattamente, differisce da un visto?

A: Per rimanere in un paese della zona Schengen è necessario un visto per più di 90 giorni. Un visto richiede molte più informazioni rispetto all'ETIAS, come l'inclusione di foto, una copia del tuo itinerario e la prova che puoi sostenerti finanziariamente. I visti per motivi di lavoro o studio richiedono ancora più informazioni.

La storia continua sotto la pubblicità

Q: In che modo la Brexit influirà su questo?

A: Da un punto di vista americano, per niente. Sia che rimanga nell'UE o meno, il Regno Unito non fa parte di ETIAS, quindi non avrai bisogno di un ETIAS per visitarlo. Dal punto di vista britannico, sembra che i residenti nel Regno Unito dovranno ottenere un ETIAS per visitare i paesi della zona Schengen.

Annuncio pubblicitario

Q: Gli Stati Uniti hanno uno di questi sistemi?

A: Sì, si chiama ESTA — Sistema elettronico per l'autorizzazione al viaggio e i viaggiatori provenienti dai paesi del programma Visa Waiver (i cui cittadini possono visitare per affari o turismo per un massimo di 90 giorni senza prima ottenere il visto) devono ottenerne uno dal 2009. ETIAS si basa su ESTA.

La storia continua sotto la pubblicità

Q: Perché i paesi lo fanno?

A: Principalmente per sicurezza. Consente ai paesi di preselezionare le persone a lunga distanza, piuttosto che in una linea di controllo passaporti. Dovrebbe anche aiutare a ridurre l'immigrazione illegale.

Q: Questo ucciderà qualsiasi visita improvvisata nei paesi Schengen?

A: Non è necessario. L'autorizzazione è valida per tre anni. Vai avanti e prendilo, così puoi saltare su un buon biglietto aereo. Infatti, poiché l'autorizzazione a volte può richiedere più di pochi minuti, la CE raccomanda ai viaggiatori di richiedere un'autorizzazione all'ETIAS prima di fare piani di viaggio concreti, ha affermato il portavoce.

Annuncio pubblicitario

Q: Ma devo prima entrare attraverso il paese che ho detto che avevo intenzione di visitare? E se cambio i miei piani?

"Katie Hill" nuda

A: La domanda relativa al primo paese che un richiedente intende visitare, riguarda l'intenzione di viaggiare e soggiornare e non costituisce un obbligo per il viaggiatore di viaggiare e di entrare attraverso quello Stato membro specificato, poiché in effetti i piani di viaggio potrebbero essere cambiati o non essere stati effettuati prima di richiedere l'ETIAS, ha affermato il portavoce

Q: Come si pronuncia questa cosa, comunque?

A: All'UE, è A-tee-as. Le persone che abbiamo chiesto alla US Customs and Border Protection non hanno avuto una risposta per noi.

Altro da Viaggi:

Risposte alle tue principali domande sui viaggi in Europa

Un tour a piedi di 80 miglia di una settimana nella pittoresca Bretagna è un passo indietro nel tempo

A Londra, mangia a modo tuo attraverso la storia - e il futuro - del fish and chips