Principale A Proposito: Viaggio Le compagnie aeree si preparano all''assalto' dei viaggiatori mentre gli Stati Uniti si preparano ad aprire i propri confini

Le compagnie aeree si preparano all''assalto' dei viaggiatori mentre gli Stati Uniti si preparano ad aprire i propri confini

A partire dall'8 novembre, le persone provenienti da 33 paesi a cui era stato vietato l'ingresso negli Stati Uniti potranno entrare se sono completamente vaccinate e mostrano risultati negativi ai test. Caricamento in corso...

Passeggeri e altri a piedi all'aeroporto internazionale di Miami il 1 agosto. (Daniel Slim/AFP/Getty Images)

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha ripreso la revisione del vaccino Sputnik V, che aveva precedentemente sospeso. Una versione precedente di questa storia non indicava che il processo di revisione fosse stato riavviato. La storia è stata aggiornata.

Mentre gli Stati Uniti si preparano a riaprire i propri confini ai viaggiatori vaccinati provenienti da paesi che erano stati precedentemente soggetti a un divieto di viaggio, le compagnie aeree si stanno preparando per un assalto di viaggi tutto in una volta, ha dichiarato martedì il CEO di Delta Air Lines Ed Bastian.

WpOttieni l'esperienza completa.Scegli il tuo pianoFreccia a destra

A partire dall'8 novembre, le persone provenienti da 33 paesi a cui era stato vietato l'ingresso negli Stati Uniti a causa della pandemia potranno entrare se sono completamente vaccinate e mostrano risultati negativi al test del coronavirus. I cittadini statunitensi e i residenti permanenti sono stati in grado di entrare negli Stati Uniti, ma la maggior parte degli altri sono stati esclusi.

Il divieto di viaggio terminerà l'8 novembre per i visitatori internazionali che mostrano la prova della vaccinazione, test del coronavirus negativo

Le compagnie aeree saranno responsabili della verifica dello stato di vaccinazione dei viaggiatori. I requisiti, secondo alla Casa Bianca, includere: abbinare il nome e la data di nascita del viaggiatore al libretto delle vaccinazioni; la conferma del record è stata rilasciata da una fonte ufficiale nel paese in cui è stato somministrato il vaccino; e assicurarsi che il viaggiatore abbia ricevuto dosi sufficienti e che sia trascorso un tempo sufficiente in modo che la persona possa essere considerata completamente vaccinata.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

L'elenco delle attività extra per le compagnie aeree sarà sicuramente un peso, ma forse gradito, poiché le compagnie aeree hanno perso entrate da turisti e altri viaggiatori che finora durante la pandemia non sono stati in grado di venire negli Stati Uniti.

L'improvvisa corsa dei passeggeri in arrivo all'inizio sarà un po' sciatta, ha detto Bastian durante un viaggio conferenza ospitato dalla US Travel Association. Ci saranno linee, purtroppo, ha detto.

La US Travel Association, un gruppo commerciale che rappresenta le aziende del settore dei viaggi, tra cui Delta, ha accolto con favore il piano dell'amministrazione Biden di consentire a più viaggiatori di entrare negli Stati Uniti, affermando che le linee guida pubblicate dalla Casa Bianca lunedì forniscono la necessaria chiarezza per le aziende del settore dei viaggi per pianificare il diluvio di viaggiatori.

La storia continua sotto la pubblicità

Bastian ha aggiunto che per mantenere alta la domanda di viaggi, le compagnie aeree dovranno rendere facile per i viaggiatori determinare quali sono i requisiti e le restrizioni. Ha detto che Delta aveva sviluppato un'app per aiutare i viaggiatori a navigare tra le tante regole.

Annuncio pubblicitario

Le nuove normative per i viaggiatori in arrivo riguardano anche i cittadini statunitensi che entrano nel Paese. I cittadini statunitensi non vaccinati, i residenti permanenti o il piccolo numero di cittadini stranieri non vaccinati esclusi dovranno, a partire dall'8 novembre, essere testati entro un giorno dalla partenza. Attualmente, gli Stati Uniti richiedono un test negativo per il coronavirus effettuato entro tre giorni dalla partenza. La finestra di tre giorni rimarrà in vigore per gli americani vaccinati.

I minori di 18 anni saranno esentati dall'obbligo di vaccinazione, poiché alcuni paesi non hanno ancora consentito ai bambini di vaccinarsi contro il coronavirus. I bambini di età compresa tra 2 e 17 anni dovranno mostrare un risultato negativo del test per l'ingresso, entro tre giorni dalla partenza se viaggiano con un adulto completamente vaccinato ed entro un giorno se viaggiano da soli o con un adulto non vaccinato.

La storia continua sotto la pubblicità

Gli Stati Uniti accetteranno le persone che sono state vaccinate con i vaccini che sono stati autorizzati all'interno dei loro confini - vaccini di Moderna, Pfizer-BioNTech e Johnson & Johnson - così come i vaccini approvati per l'uso di emergenza dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, come quelli sviluppato da AstraZeneca con l'Università di Oxford e dalla cinese Sinovac. Consentirà anche alle persone che hanno ricevuto combinazioni di tali colpi. Tuttavia, il vaccino russo contro lo Sputnik V non sarà incluso, poiché deve ancora essere approvato dall'OMS, che ha sospeso la sua revisione del vaccino a settembre per preoccupazioni sulle pratiche di produzione, ma ha ripreso il processo in ottobre.

Annuncio pubblicitario

I sostenitori del settore avevano spinto per mesi l'amministrazione Biden a revocare le restrizioni, sostenendo che gli Stati Uniti erano in ritardo rispetto ad altri paesi che avevano riaperto i loro confini. Sebbene gran parte dell'Europa fosse aperta agli americani, la maggior parte degli europei non ha potuto recarsi negli Stati Uniti.

I viaggi negli Stati Uniti sono rimbalzati quasi ai livelli pre-pandemia. Lunedì, quasi 2 milioni di persone sono passate attraverso i controlli di sicurezza operati negli aeroporti statunitensi, secondo dati dall'Amministrazione per la sicurezza dei trasporti. È più del doppio del numero di viaggiatori registrato un anno prima e circa 300.000 in meno rispetto allo stesso giorno nel 2019.