Principale A Proposito: Viaggio Airbnb può sopravvivere alla pandemia. Ma Airbnb può ospitare?

Airbnb può sopravvivere alla pandemia. Ma Airbnb può ospitare?

Nonostante l'incertezza causata dalla pandemia, l'azienda ha abbastanza soldi per sopravvivere. Dopotutto, gli host pagano l'affitto.

Nonostante l'incertezza causata dalla pandemia, l'azienda ha abbastanza soldi per sopravvivere. Dopotutto, gli host pagano l'affitto.

(Neil Webb/Per il Washington Post)

In che modo la pandemia potrebbe cambiare il panorama della condivisione della casa? Questa domanda è un po' troppo vicina a casa per i miei gusti, dato che ho trascorso gran parte della mia quarantena vivendo a malincuore negli affitti a breve termine più economici che ho potuto trovare. Mi ha dato un vantaggio non così lussuoso vedere il leader di mercato, Airbnb, inciampare in problemi che vanno dai protocolli di pulizia opzionali a facendo arrabbiare molti dei suoi 700.000 ospiti sulle modifiche alle sue politiche di rimborso.

WpOttieni l'esperienza completa.Scegli il tuo pianoFreccia a destra

Fare di Airbnbs la mia residenza a tempo pieno non era, ovviamente, quello che avevo immaginato per il 2020. Mesi prima che frasi come il distanziamento sociale e l'appiattimento della curva fossero inserite nel mio lessico, io e il mio partner avevamo investito gran parte dei nostri risparmi nel nostro trasferirsi a Berlino. Avevamo venduto la maggior parte dei nostri mobili, riponendo alcuni oggetti d'antiquariato e ricordi in un piccolo ripostiglio. Poi, solo quattro giorni prima della consegna delle chiavi del nostro appartamento di Portland, Oregon, l'Unione Europea ha annunciato la chiusura dei suoi confini ai non residenti, annullando immediatamente i nostri piani e lasciandoci senza un posto dove vivere.

Abbiamo deciso di fluttuare per diversi mesi con le nostre carte di credito, saltando tra alcuni noleggi Airbnb che erano diventati più convenienti man mano che la domanda si era esaurita. In quel periodo, ho visto la piattaforma costruita sulle connessioni con la gente del posto orientarsi verso l'isolamento vicino a casa: un passaggio dalla sua messaggistica di appartenenza a qualsiasi luogo per allontanarsi, senza andare lontano, come si legge in una recente notifica dell'app di Airbnb.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Mentre l'azienda tecnologica, che ha ricevuto a 1 miliardo di dollari di infusione in contanti ad aprile, può riorientare rapidamente le sue operazioni, molti degli host che hanno contribuito a guidare la crescita di Airbnb non hanno un piano B facile. Con i mutui da pagare e le proprietà vuote, ora stanno lottando per sopravvivere.

i peggiori serial killer negli Stati Uniti

11 modi in cui la pandemia cambierà i viaggi

servizio clienti ali selvatiche di bufalo

Airbnb ruota verso alcuni punti luminosi

All'inizio della pandemia, i numeri sembravano cupi su tutta la linea. A marzo, le prenotazioni di affitti a breve termine in Europa erano diminuite fino all'80% e le entrate sono diminuite di oltre il 50%. in destinazioni urbane americane come New York City, San Francisco e Seattle, secondo i dati degli analisti di AirDNA . Entro aprile, La valutazione di Airbnb era andata in picchiata a $ 18 miliardi, quasi la metà del suo precedente massimo di $ 31 miliardi. E a maggio, l'amministratore delegato Brian Chesky ha annunciato che la società avrebbe licenziato il 25% della sua forza lavoro.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Principale notizia punti vendita si sono affrettati a chiedersi se Airbnb e concorrenti come quelli con sede ad Austin Vrbo e la start-up di Portland mucca potrebbe resistere alla tempesta. Ma i ricercatori ritengono che la preoccupazione possa essere esagerata per Airbnb, che ha riserve di liquidità e un quasi monopolio sul mercato statunitense degli affitti per le vacanze. Penso che sia un buon titolo, ma quando si guarda al loro modello di business fondamentale, c'è ancora una domanda per il prodotto, afferma Makarand Mody, assistente professore presso la School of Hospitality Administration della Boston University. Di recente, Mody ha studiato le decisioni chiave che potrebbero indurre un viaggiatore a scegliere di soggiornare in un Airbnb piuttosto che in un hotel. Crede che la piattaforma possa avere un vantaggio nella competizione per gli alloggi.

La pulizia è l'ovvia preoccupazione per i viaggiatori, con gli hotel e le società di noleggio che enfatizzano i loro nuovi rigorosi standard di pulizia. Nelle mie ricerche, ho visto anche gli host diventare intelligenti, pubblicizzare le loro routine igienico-sanitarie e offrire disinfettante per le mani agli ospiti. Alcuni esperti di salute stanno dando un vantaggio agli affitti a breve termine poiché puoi evitare più facilmente gli spazi interni affollati. In un hotel, è inevitabile che tu abbia più interazioni che in un Airbnb, ha recentemente detto Thomas Russo, capo della divisione malattie infettive dell'Università di Buffalo MarketWatch .

L'assoluta diversità del mercato degli affitti a breve termine, in termini di tipo e posizione di noleggio, si sta rivelando il suo vantaggio competitivo durante la pandemia, afferma Mody. Geograficamente, gli Airbnb sono molto più diffusi [degli hotel], mi dice. Ti consente un maggiore controllo sull'ambiente in cui ti trovi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il principio di Airbnb Campagna Vai vicino sembra risuonare con i viaggiatori su strada rinchiusi. A marzo, AirDNA ha riferito che il coronavirus stava causando un boom per le proprietà Airbnb remote, nonostante le pessime prestazioni nelle aree più urbane. Le prenotazioni erano rimbalzate a fine maggio, registrando un aumento del 20% anno su anno. Mentre le nuove prenotazioni tra le società di noleggio hanno nuovamente registrato una tendenza al ribasso rispetto al picco di metà giugno, le vacanze in auto rimangono un bene caldo. Delle un milione di notti che gli ospiti di Airbnb hanno prenotato l'8 luglio, più di due terzi erano per destinazioni al di fuori delle città , secondo i dati dell'azienda.

Gli affitti di case singole sono generalmente percepiti come un'opzione più sicura per evitare i virus nell'aria, ha scritto in una e-mail Tom Caton, co-fondatore di AirDNA. Il team di Caton ha scoperto che le destinazioni balneari, le città di montagna e le fughe in riva al lago hanno guidato il rimbalzo nazionale, con stati come il West Virginia, il South Dakota, l'Oklahoma, l'Arkansas, il Wyoming e il Delaware che hanno visto la maggiore spinta.

Airbnb è molto più veloce nel capire cosa sta succedendo ai clienti, cosa sta succedendo all'ambiente e orientarsi verso queste opportunità [rispetto alle aziende alberghiere], afferma Mody. Essenzialmente. Airbnb è un'azienda tecnologica e usa i dati molto meglio. Sono estremamente agili e questo è sempre stato uno dei loro punti di forza.

ho danneggiato la mia auto a noleggio aziendale

Il futuro del viaggio, secondo Scott Keyes di Scott's Cheap Flights

Gli host a corto di soldi vengono colpiti più duramente

Nato durante la Grande Recessione, Airbnb un tempo era dominato da microimprenditori che affittavano stanze come concerti secondari. Ma la scena è diventata significativamente più professionale negli ultimi anni, con un notevole aumento di host multiunità che ha spinto alcuni accademici dell'ospitalità a chiedersi se la piattaforma si adatta più all'etichetta di sharing economy.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Oggi più di Il 60% degli host di Airbnb ha due o più annunci , secondo un documento di novembre co-scritto da Mody e pubblicato sulla rivista Tourism Management. Questi host professionisti, che spesso acquistano immobili residenziali da convertire in affitti per le vacanze, sono stati responsabili di gran parte della crescita del settore negli ultimi anni.

Mentre Airbnb riorienta i suoi messaggi per supportare sottosezioni del suo mercato, sembra creare isole di domanda, lasciando potenzialmente gli host nei luoghi meno desiderabili della pandemia a badare a se stessi. Per aiutare gli host in difficoltà, Airbnb ha assegnato quasi 17 milioni di dollari in sovvenzioni di soccorso, sebbene il criteri del programma esclusa la maggior parte dei professionisti, poiché solo gli host con due o meno annunci potevano presentare domanda. Ad aprile, gli host hanno criticato Airbnb Programma di rimborso della prenotazione da 250 milioni di dollari poco più di una trovata pubblicitaria, poiché pagava agli host solo il 25% di ciò che riceverebbero normalmente. E l'ultima campagna di Airbnb incoraggiare i viaggiatori a fare donazioni agli host ha solo suscitato ulteriore contraccolpo, con molti utenti che si sono rivolti a Twitter per denunciare la sordità di tono dell'azienda nel chiedere ai viaggiatori di sostenere finanziariamente i loro padroni di casa per le vacanze.

peggiori omicidi della nostra storia

Questi host professionisti affrontano la stessa sfida degli albergatori indipendenti: cosa fai con le tue proprietà costose da mantenere quando le entrate rallentano fino a diventare un rivolo? Il taglio dei prezzi e l'allontanamento dal mercato a breve termine sembra essere la tendenza, con AirDNA che segnala un aumento dei soggiorni a medio e lungo termine nel settore, anche se potrebbe non essere sostenibile a lungo.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

A marzo, quando ho cercato per la prima volta tra centinaia di noleggi a Portland, ho notato che gli host multiunità offrivano sconti strabilianti per soggiorni a lungo termine, fino al 50% o più di sconto sulla tariffa notturna per prenotazioni di un mese. In effetti, i nostri affitti in quarantena su Airbnb spesso finivano per essere leggermente più economici dell'affitto mensile del nostro precedente appartamento. Quando le date di check-out si sono avvicinate a due dei nostri noleggi, ho ricevuto chiamate altrettanto disperate da entrambi gli host che mi chiedevano se vorremmo togliere le cose da Airbnb e rimanere per un altro mese.

Questi host hanno ancora mutui da pagare su quelle case, ma non stanno guadagnando le entrate che altrimenti avrebbero tramite Airbnb, afferma Mody. Airbnb era decisamente preoccupato per gli host che lasciavano la piattaforma.

Finora, l'offerta di affitti a breve termine è rimasta per lo più stabile, anche se alcuni analisti prevedono che problemi di tolleranza e domanda irregolare potrebbero spingere alcuni host indebitati a rinunciare, soprattutto se la caduta porta una grande ondata di casi di coronavirus. Questa mancanza di viaggi e turismo sta già facendo sì che gli host di Airbnb riducano i loro prezzi di oltre l'80% in alcune città. Se questo andrà avanti ancora per molto, molti di questi host a corto di liquidità saranno costretti a vendere le loro proprietà, ha detto l'analista finanziario Austin Hankwitz I soldi rivista a maggio.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

E i tassi di disoccupazione storicamente elevati e gli incentivi federali in scadenza potrebbero ulteriormente esacerbare i problemi che devono affrontare i pro host, spingendo molti americani a entrare in mercati come Airbnb per cercare di ottenere entrate extra, ripetere una tendenza dall'ultima crisi economica. Prevediamo che le inserzioni aumenteranno man mano che più persone cercano entrate extra … e [noi] pensiamo che la domanda non raggiungerà il ritardo, ha scritto Caton di AirDNA. Pertanto, dovremmo vedere prezzi più economici e sconti maggiori sugli affitti mensili.

Questa è una buona notizia se anche tu sei costretto a trasferirti in un Airbnb per alcuni mesi, non se sei un host vicino a una scogliera fiscale. In questo modo, la pandemia rivela le realtà più dure del mercato della condivisione della casa: il colosso tecnologico sostenuto dall'impresa ha riserve di denaro e una piccola pelle di mattoni e malta nel gioco, quindi sembra che sopporterà sicuramente la pandemia. Quanto ai ragazzini, hanno tutto l'affitto da pagare.

Per saperne di più:

cosa vogliono i manifestanti di Portland

Questi epici disastri di viaggio allontaneranno la tua voglia di viaggiare

Non puoi andare alle Olimpiadi quest'anno, ma puoi uscire con un olimpionico tramite Airbnb Experiences

Una classifica definitiva dei 16 migliori snack da viaggio di tutti i tempi